Richard Buckner


Monumento della poetica alt folk dall’ inconfondibile vocazione ascetica, Richard Buckner è da sempre punto di riferimento per molti songwriter contemporanei. Bon Iver l’ha citato come sua fonte di ispirazione principale e le sue prestigiose collaborazioni con personaggi di spicco del mondo underground americano sono molteplici (dai Giant Sand a Marc Ribot, da John McEntire a  Dave Schramm fino a David Grubbs e Steve Shelley). Nel 2011 esce per Merge Records il suo nuovo full-lenght, Our Blood, considerato dalla critica internazionale come uno tra i capolavori della sua ricca produzione discografica. Ellittico, impressionistico ed empatico, come sostiene Pitchfork. Un live set unico ed affascinante.

PRESS:

” Buckner remains one of the most intriguing songwriters working, using a style that’s more likely to show up in anthologies of 20th-century literature.” | Pitchfork

“Our Blood is full of stealthy, subtle earworms—appropriate, given the stubborn resiliency of the immensely gifted artist who crafted them.” | NPR

“Since his 1994 debut, “Bloomed,” Buckner’s regularly released excellent albums. It’s less an epiphany than a meditation.” | The Washington Post

“Allucinante sciamano della memoria.” | Ondarock

Ascolta

Richard Buckner - Ponder

Richard Buckner - Blue And Wonder

Richard Buckner - A Goodbye Rye

Amanda Barker (Live at XX Merge)